Come abbassare la temperatura in casa

I cambiamenti climatici possono rappresentare un rischio per la salute?

Le ondate di calore sono sempre più intense, frequenti e durature, provocando un aumento delle temperature ovunque nel mondo. Tutto questo è dovuto ai cambiamenti climatici che, secondo degli studi, sono ancora sottovalutati.

Il grande caldo è estenuante, soprattutto per il corpo umano, in quanto rende difficile concentrarsi, si è sempre affaticati e si fa persino fatica a dormire.
Per queste motivazioni risulta necessario rinfrescarsi di continuo, soprattutto durante i periodi di forte calore, permettendo così all’organismo di riprendersi.

Svantaggi dei climatizzatori

Per un raffreddamento rapido degli ambienti interni puoi fare affidamento a condizionatori e climatizzatori, ma questi comportano anche molti svantaggi.

     1. Consumo di energia elevato

I condizionatori sono dannosi non solo per l’ambiente, ma anche per il portafogli, in quanto consumano tanta elettricità. Il modo migliore per utilizzare questi ultimi è quelli di accenderli per brevi intervalli di tempo in periodi di particolare necessità. Per esempio, consigliamo l’utilizzo del condizionatore prima di andare a dormire, in modo da garantire una temperatura adeguata per trascorrere una notte riposante.

     2. Costi elevati e installazione a volte complessa

Oltre ai costi dovuti all’utilizzo del condizionatore, bisogna considerare anche quelli dovuti all’installazione di quest’ultimo.

     3. Rumore prodotto dal condizionatore

Il condizionatore, inoltre, ha un livello di rumorosità superiore a quello di un ventilatore. Questo potrebbe compromettere il tuo comfort abitativo e quello dei vicini, soprattutto di notte.

     4. I gas refrigeranti dei condizionatori possono essere nocivi per l’ambiente

Questi gas, utilizzati per il funzionamento della maggior parte dei climatizzatori, contribuiscono all’aumento dell’effetto serra in quanto idrofluorocarburi (HFC).

Consigli per una casa fresca senza aria condizionata

Il 30% delle case italiane non possiede impianti di aria condizionata. Se fai parte del 70%, ecco alcuni consigli per rinfrescare gli ambienti senza aria condizionata.

     1. Oscurare le finestre

Cerca di mantenere chiuse tapparelle, tende o persiane per schermare il calore del sole. Per quanto riguarda balconi o abitazioni ai piani più bassi, degli ombrelloni, tende da sole o delle piante che fanno ombra sulle finestre contribuiscono al mantenimento della freschezza dell’appartamento.

     2. Stendere il bucato in casa

Lasciare che il bucato si asciughi in casa aiuta ad abbassare la temperatura tramite l’evaporazione dell’acqua che assorbe calore dall’aria.

     3. Ventilare gli ambienti

Fai areare la casa la mattina presto o la sera quando fa più fresco e mantieni chiuse le finestre durante il giorno.

     4. Usare le pellicole di schermatura solare

Le pellicole riflettenti sono di semplice utilizzo ma riducono notevolmente il calore che penetra dalla finestra. Riducono però anche la luminosità della stanza.

     5. Non lasciare in stand-by gli apparecchi elettrici

Tutti i dispositivi elettrici (TV, computer, lampade…) producono calore, anche se lasciati in stand-by. L’ideale sarebbe staccare la spina di tutti i dispositivi elettrici che non si utilizzano.

     6. Utilizzare ventilatori o raffrescatori d’aria a risparmio energetico

Ventilatori e raffrescatori sono ottimi sostituti dei condizionatori, in quanto consumano una minima parte di energia elettrica e sono più economici. Metti una ciotola di cubetti di ghiaccio davanti al ventilatore e goti l’aria fresca!

     7. Combattere il caldo secco con un umidificatore

L’umidificatore è un’ottima risposta al caldo in caso di casa colpita tutto il giorno dal sole. Bisogna però stare attenti a scegliere un modello che non riscalda l’aria.

     8. Utilizza una biancheria da letto leggera

Nel periodo estivo la biancheria deve essere scelta con criterio. Accantona tessuti pesanti e caldi come la flanella, opta piuttosto per il lino, cotone, ecc. che garantiscono traspirazione e freschezza.

Casa sostenibile: come fare in modo che la casa resti fresca a lungo

Le prossime estati saranno sempre più caratterizzate da ondate di calore e temperature alte causa cambiamenti climatici. Conviene quindi trovare soluzioni a lungo termine per proteggere le abitazioni.

Isolamento dell’involucro edilizio

L’isolamento dell’edificio, del tetto e del sottotetto sono soluzioni particolarmente efficaci in quanto tengono il calore all’esterno.

I materiali naturali ecosostenibili isolati più utilizzati sono:

  • paglia;
  • fibra di legno;
  • canapa;
  • sughero.